Ungheria

Budapest, la bella sul Danubio blu

guidaAvete in programma un viaggio di pochi giorni, non troppo lontano ma allo stesso tempo indimenticabile e diverso dalle solite capitali europee?
Beh, Budapest fa proprio al caso vostro!

Situata nel cuore dell’Europa è una città effervescente, in crescita. Budapest è la capitale dell’Ungheria e dista a circa 2 ore dai maggiori aeroporti italiani. È divisa in due dal Danubio: Buda e Pest.

Il Danubio è davvero il “bel Danubio Blu”, come ci suggerisce Strauss nel suo famoso valzer, con i meravigliosi riflessi soprattutto al tramonto. Non perdetevi la crociera al tramonto per ammirare Buda e Pest al crepuscolo, con il cielo rosa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cosa fare in questa città? Tantissime cose..

Ammirare Budapest dal bastione dei pescatoriPest vista da Buda, con il suo immenso Parlamento posto sulla riva di Pest.

Le terme. Io sono stata alle Gellert. Affascinanti, con i suoi mosaici e colonne, dove si respira un’aria d’altri tempi. Splendida la piscina in terrazzo, io dentro l’acqua e intorno a me i palazzi di fine 800.

Prendere la metro a Budapest, retrò e affascinante.

Fare colazione, osservando il ponte Elisabeth, dopo aver acquistato caffè e pasta take away nei chioschi della metro (1 euro… Colazione completa).

Ammirare il Ponte delle Catene seduti sul bordo del Danubio, in silenzio mentre lo si guarda scorrere.

Perdersi. E ritrovarsi nel quartiere ebraico con i “chioschi dei libri” che ricordano un po’ i vecchi carretti del 900...

Prima di perdersi nel quartiere ebraico percorrere tutta la ‘Vacy Utca
(Vacy in ungherese significa Via), la via dello shopping e dei caffè.

Terminare la nostra passeggiata al mercato centrale ‘Nagycsarnok’, il più grande mercato coperto dell’Ungheria, ricco di colori e profumi… E paprika, paprika ovunque. Ricordate di portarne un sacchetto via con voi, come ricordo di questa città.

Fuori dal mercato sorprendersi davanti ad un altro ponte maestoso, il Ponte della Libertà. Nell’estremità del ponte a Buda, si trova la collina Gellert, che ospita le terme.

Prendere il tram, anche questo come la metro molto retrò.

Osservare la città dall’alto, dalla terrazza della cattedrale di Santo Stefano e osservare i dipinti al suo interno.

A Budapest si può, si deve, anche riflettere.
Riflettere sulla pagina buia del 900 osservando il monumento alla Shoa.
Sulla banchina, 60 paia di scarpe, in bronzo, logorate dal tempo. Sembrano vere… Scarpe di bimbi, di donne di uomini..

Cerchi di capire perché sia successo tutto ciò.  È impossibile.
È il male, l’eccidio dell’ inverno del ’44 lungo il bel Danubio blu che si tinse di rosso.

Monumento Alla shoa
foto di Silvia Mulas

Questa è la mia Budapest, il mio ricordo di questa città.
Favolosa Budapest!

Vi consiglio di prenotare la crociera al tramonto, tramite il sito getyourguide.it

Per il cambio euro/fiorini nessun problema, la città è piena di sportelli cambio. Non fermatevi al primo che capita, controllate il cambio e se sono presenti le commissioni.
Sulla Vaci Utca c’è l’imbarazzo della scelta.

Infine tra i vari posti dove abbiamo mangiato vi consiglio “Arany Hordó“. Ho gustato un ottimo Gulash e sorseggiato una bella birra, proprio davanti al Bastione dei Pescatori. La location del ristorante, inoltre, è una casa risalente alla fine del XV secolo.

Ristorante Arany

Siete ancora qua?!? Forza corrette a prenotare il vostro viaggio a Budapest…

Buon viaggio!

Silvia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...