New York, recensioni, USA

New York, perché scegliere di alloggiare nei due punti estremi di Manhattan

Continua il nostro viaggio esplorativo nel cuore di New York City, a Manhattan, la città che non dorme mai. Dopo aver visto come organizzare in 7 mosse il viaggio a New York ora vediamo dove alloggiare ma, sopratutto, perché scegliere di alloggiare in due alberghi diversi, situati ai lati opposti della città.

Il motivo è semplice, per chi ha pochi giorni e come me si è visto costretto a visitare Manhattan in una sola settimana, decidere di dividere in due l’itinerario risulterà una scelta azzeccata. Questo vi farà risparmiare tempo, permettendovi di scoprire quartieri che viaggiando su lunghe percorrenze in metro non avreste magari potuto vedere.

Il primo albergo che voglio farvi conoscere è il BelNord Hotel, un 3 stelle modesto, di poche pretese ma molto grazioso, pulito, con personale efficiente e gentile e con una ottima posizione nella parte alta di Manhattan.

Si trova precisamente nell’Upper West Side, al 209 W 87th St. all’angolo della Broadway e a due passi dal Central Park. A meno di 200mt, nella Broadway, troverete la Subway (metro) linea rossa, che vi porterà a Times Square e nella Midtown in un batter di ciglia.

Il BelNord Hotel non ha vista panoramica, ha stanze molto piccole e i letti, di una piazza e mezza, non sono comodissimi per chi è abituato a dormire su letti matrimoniali in stile Italiano. Il bagno è invece di dimensioni ragionevoli, doccia larga e munito di asciugacapelli. Con la consegna della stanza vengono dati in dotazione le ciabattine in spugna e rinnovati ogni giorno i teli da bagno, il sapone, lo shampoo e la crema per il corpo.

La colazione non è compresa ma nell’hotel c’è un piccolo angolo di ristoro in cui potersi fare un caffè americano fumante, un te o una tisana, oppure bere un bicchiere di acqua fresca ad ogni ora del giorno e della notte. Per la colazione vi consiglio vivamente di farla al Le Pain Quotidien, un bistrot panetteria che solo quello merita il viaggio a New York. No, non sto esagerando e ve ne accorgerete. Si trova al 2463 della Broadway, a 400mt dall’albergo. Qui ho mangiato il miglior waffel alla frutta di sempre, ma troverete anche tanti piatti vegetariani, uova e menu per ogni palato, tutto rigorosamente Bio. Questo posto una piccola parentesi lo merita, per dirvi che si tratta di una catena di ristorazione ecosostenibile, attenta alle emissioni di CO2 e alla rintracciabilità di ogni prodotto utilizzato.

Come dicevo la posizione del BelNord Hotel è ottimale.

Scegliendo di fare le prime 4 notti qui ci ha permesso di girare bene tutto il Central Park, visitare il Museo di Storia Naturale (American Museum of Natural History) che dista a soli 1km dall’hotel, visitare Times Square, il MoMa (The Museum of Modern Art), la 5th Avenue con i suoi bei negozi (da non perdere Tiffany & Co), e ancora il St. Patrick’s Cathedral, il Rockefeller CenterRadio City Music HallBryant Park, la New York Public Library, il Grand Central Terminal, l’Empire State Building e naturalmente i grandi magazzini  Macy’s, un istituzione a Manhattan. Intorno a questi punti fermi  imperdibili ci sono altre mille cose da vedere, non temete riuscirete a vedere tanto, sopratutto se imparerete a usare la metro per spostarvi, viste le grandi distanze che intercorrono da un quartiere all’altro.

Central Park, Bow Bridge
foto di Silvia Montis

Una volta visitato in lungo e in largo il Centra Park e la Midtown, non vi resta che spostarvi sulla parte bassa di Manhattan, dai quartieri artistici alla Lower Manhattan. Ci trasferiamo quindi al nostro secondo hotel.

Si chiama NoMo SoHo Hotel, è un 5 stelle ma modesto, fin troppo per un 5 stelle, ma ha prezzi abbordabili e una vista spettacolare. Si trova tra il quartiere Soho e Little Italy, precisamente al 9 Crosby St. all’incrocio tra Canal St. e la Broadway.

Noi scegliamo di stare ai piani alti, al dodicesimo, dove già si può godere di una buona panoramica. La stanza è molto bella, luminosa, con grandi vetrate che ci permettono di ammirare la città da diverse angolazioni. Dietro la testata del nostro letto, per altro comodissimo e ampio, scorgiamo l’Empire che rende l’atmosfera del nostro soggiorno molto romantica. Persino il bagno possiede una vetrata panoramica, tutto questo incanto non ci permette di soffermarci troppo sulle piccole imperfezioni della stanza, ad esempio la pompa di calore molto rumorosa, la pulizia sotto i divani non proprio rigorosa e l’assenza di un aspiratore nel bagno. Dulcis in fundo non ci danno le ciabattine da camera gratuitamente. Questa me la sono segnata! Insomma… è un 5 stelle dai!!! Grrrr.

Ma come dicevo, tutto passa in secondo piano quando poi esci in giro per la città e cominci a vedere tutte le cose meravigliose che Manhattan tiene in serbo per te.

Le 4 notti trascorse in questo hotel ci hanno permesso di visitare in lungo e in largo i quartieri di Soho, Tribeca, Little Italy, Chinatown, Wall Street, Greenwich Village e percorrere l’intero Brooklyn Bridge (lungo 3 km), vedere l’East River, prendere il battello gratuito per Staten Island, andare a Battery Park dove abbiamo preso il traghetto per Ellis Island e per la Statua della Libertà, visitare il museo dell’immigrazione (National Museum of Immigration) e avere poi tutto il tempo di riandare più volte a passeggio nella Midtown, per fare shopping prima del rientro a casa.

IMG_20171227_121514
foto di Silvia Montis

Prendere la metro da Canal Street per andare infine all’aeroporto è stato semplicissimo. La linea J, direzione Jamaica Center è a due passi dall’hotel. Ma su come destreggiarsi in metro ve lo racconto un’altra volta. Per ora è tutto.

Alla prossima!!

Sylvié

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...